Logo Istituto Comprensivo Enrico Toti Istituto Comprensivo
Enrico Toti

Scuola dell’Infanzia Primaria Secondaria di 1° grado
Misure per il contrasto e il contenimento della diffusione Covid-19 negli ambienti di lavoro

ISTITUTO COMPRENSIVO “E. TOTI”

PROTOCOLLO DI REGOLAMENTAZIONE DELLE MISURE PER IL CONTRASTO E IL CONTENIMENTO DELLA DIFFUSIONE COVID-19 NEGLI AMBIENTI DI LAVORO

Aggiornato il 19/05/2020

MISURE PREVENTIVE MESSE IN ATTO

A. MISURE DI CARATTERE GENERALE

1. L’Istituto favorisce il lavoro agile così come previsto dai DPCM attuativi del DL n. 6/2020 e secondo le istruzioni operative del MIUR del 10 marzo 2020 MPI. A00DPIT.REGISTRO UFFICIALE.U.000323.10-03-2020. I lavoratori sono autorizzati al lavoro in presenza presso la sede unicamente per compiti o pratiche amministrative per cui sia impossibile il lavoro agile. La turnazione dei lavoratori per garantire il distanziamento di sicurezza, anche sulla base del presente protocollo, viene preliminarmente definita dal Dirigente scolastico e dal DSGA e comunicata ai lavoratori e al RLS/RSU. Nella predisposizione della turnazione del personale si prevede, ove possibile, la presenza di almeno un addetto di primo soccorso.

2. Sono incentivate le ferie e i congedi retribuiti per i dipendenti nonché gli altri strumenti previsti dalla contrattazione collettiva.

3. Al fine dell’efficace distanziamento potrà essere presente oltre al Dirigente scolastico:

- negli uffici, tenuto conto dell’ampiezza degli spazi e della distanza tra le nuove postazioni stabilite, possono essere presenti se necessario tutte le assistenti amministrative, oltre alla DSGA, uno tra i collaboratori del Dirigente Scolastico (l’Ufficio adibito a VicePresidenza)

- un collaboratore scolastico per ogni piano / ala della sede centrale o del plesso

- un assistente tecnico

L’eventuale presenza di altri lavoratori (insegnanti) deve essere preventivamente autorizzata dal DS il quale provvederà a comunicare le indicazioni per il distanziamento.

4. Modalità di entrata e uscita dei lavoratori

Gli ingressi dei lavoratori sono scaglionati nel tempo. Il DS e il DSGA nel definire la turnazione di cui al precedente punto 1 garantiscono il distanziamento temporale degli ingressi. Le comunicazioni interne devono avvenire prevalentemente per via telefonica.

5. Durante l’attività lavorativa:

- Viene rispettata la distanza minima di 1,5 metri tra lavoratori.

- Vengono frequentemente lavate le mani con acqua e sapone e con i detergenti messi a disposizione. Le mani vengono asciugate con salviette usa e getta. - Ognuno provvede alla pulizia quotidiana del proprio cellulare e durante il tempo di permanenza nell’edificio scolastico usa come telefono fisso esclusivamente quello di pertinenza della propria postazione di lavoro.

6. I lavoratori utilizzano mascherina chirurgica o FPP2 o FPP3 e guanti protettivi messi a disposizione dall’Istituto.

7. Negli uffici nei quali vi sia la presenza contemporanea di più persone è disposta l’assegnazione stabile della postazione di lavoro al lavoratore. È indispensabile indossare guanti ad uso personale forniti dalla scuola. L’utilizzo della mascherina è obbligatorio nel caso non sia possibile garantire costantemente il distanziamento interpersonale di 1,5 m. L’uso di attaccapanni o simili deve garantire la separazione dei capi ed il loro distanziamento di almeno 1 metro. Si raccomanda l’utilizzo stabile delle postazioni all’attaccapanni da parte dei lavoratori.

8. Viene effettuata da parte dei collaboratori scolastici la pulizia quotidiana dei seguenti ambienti con detergenti idroalcolici con concentrazione di alcol di almeno il 60-70% o candeggina o amuchina:

• atrio, uffici e bagni; • aule e laboratori eventualmente utilizzate dai docenti, con particolare attenzione alle porte, maniglie e interruttori; • Apparecchi telefonici dei piani e dei locali utilizzati.

9. Vengono quotidianamente accuratamente puliti con detergenti:

- da parte di ciascun lavoratore: chiavi, telefoni, cordless, tastiere, mouse della propria postazione di lavoro, maniglia e interruttori dell’ufficio (all’inizio e alla fine del turno di lavoro); - da parte del personale di collaborazione in servizio: porte, corrimano; - tastiere dei distributori di bevande/snack (almeno 2 volte al giorno); - nonché i maniglioni antipanico, il campanello e il cancello esterno.

10. È segnalata a mezzo linea gialla a terra la distanza di sicurezza (1,5 m) da ciascun distributore di alimenti e/o bevande. Sono posti cartelli di indicazione con la dicitura “OLTREPASSARE UNO ALLA VOLTA”. Sono posti su ciascun distributore cartelli esplicativi.

11. All’ingresso principale sono messi a disposizione soluzioni disinfettanti per le mani (gel idro-alcolici con concentrazione di alcol di almeno il 60-70%) e asciugamani monouso.

12. È affisso in vari luoghi di lavoro l’allegato 4 del DPCM 26 marzo 2020 sulle misure igieniche da adottare.

13. È vietato ogni assembramento di persone e vige il divieto di accesso agli spazi comuni (sale insegnanti, aula magna, biblioteca, sala consiglio, ecc.). In caso di esigenze inderogabili la riunione deve essere richiesta al Dirigente scolastico e da questi autorizzata. Il DS dispone per il contingentamento del numero di persone e del tempo della riunione e fornisce le indicazioni per mantenere il distanziamento interpersonale minimo di 1,5 metri. Al termine della riunione provvedere all’areazione prolungata dell’ambiente.

14. Più volte nella giornata vengono arieggiati tutti i locali utilizzati.

15. È possibile l’apertura di un singolo plesso concordando volta per volta le modalità d’ingresso e il numero di persone con il Dirigente scolastico. L’accesso sarà possibile solo attenendosi al presente Protocollo.

16. I collaboratori scolastici sono soggetti a turnazione per aprire la Segreteria e/o gli altri locali o plessi secondo le modalità di volta in volta stabilite dal Dirigente scolastico e/o dal DSGA.

17. È istituito un Comitato d’Istituto (DS, RSPP, RLS, DSGA, Collaboratori del DS, RSU) per la verifica dell’attuazione del presente protocollo. Il comitato riferisce al DS per i provvedimenti collaterali o correttivi del presente protocollo.

18. In applicazione delle disposizioni della circolare n. 5443 del 22 febbraio 2020 Ministero della Salute viene attuata una ventilazione, pulizia e sanificazione supplementare dei locali in cui ha soggiornato una eventuale persona con Covid-19 .

B. ACCESSO NEI LUOGHI DI LAVORO DEI LAVORATORI

1. Quando sussistano le condizioni di pericolo (febbre o altri sintomi a carico delle vie respiratorie o influenzali, provenienza da zone a rischio secondo le indicazioni dell’OMS o contatto con persone positive al virus nei 14 giorni precedenti, etc), i lavoratori hanno l’obbligo di rimanere al proprio domicilio, contattare il medico di famiglia e l’Autorità sanitaria ed è a loro vietato l’ingresso a scuola.

2. Il lavoratore si attiene alle presenti disposizioni in materia di coronavirus predisposte dal Dirigente scolastico, dal Responsabile SPP e dal medico competente.

3. Il personale, prima dell’accesso al luogo di lavoro deve autonomamente sottoporsi al controllo della temperatura corporea. Se tale temperatura risulterà superiore ai 37,5°, non sarà consentito l’accesso ai luoghi di lavoro.

Il personale prima dell’accesso al luogo di lavoro potrà essere sottoposto al controllo della temperatura corporea. Se tale temperatura risulterà superiore a 37,5°C non sarà consentito l’accesso ai luoghi di lavoro. Le persone in tali condizioni saranno momentaneamente isolate e fornite di mascherine, non dovranno recarsi a Pronto Soccorso, ma contattare nel più breve tempo possibile il proprio medico curante e seguire le sue indicazioni

Nel caso il lavoratore non abbia rilevato la propria temperatura deve richiedere all’atto dell’ingresso il controllo di cui sopra.

La rilevazione in tempo reale della temperatura corporea costituisce trattamento dei dati personali e pertanto avverrà nel rispetto della disciplina sulla privacy oggi vigente e delle procedure indicate nel DPCM 24.04.2020.

4. L’ingresso nei locali dell’Istituto di lavoratori già risultati positivi all’infezione da COVID 19dovrà essere preceduto da preventiva comunicazione avente oggetto la certificazione medica da cui risulti la “avvenuta negativizzazione” del tampone secondo le modalità previste rilasciata dal dipartimento di prevenzione territoriale di competenza. Tali lavoratori saranno sottoposti a sorveglianza sanitaria secondo quanto previsto dalla Circolare Ministero Salute prot. 14915 del 29/04/2020.

5. Il Dirigente scolastico fornirà la massima collaborazione alle autorità competenti nel caso di disposizioni o misure aggiuntive adottate per prevenire focolai epidemici, anche in relazione all’ingresso e alla permanenza dei lavoratori in Istituto.

6. I lavoratori devono informare tempestivamente e responsabilmente il datore di lavoro della presenza di qualsiasi sintomo influenzale durante il lavoro. Le persone in tale stato saranno momentaneamente isolate e fornite di mascherine, dovrà essere contattato nel più breve tempo possibile il S.S.U.E.M. attraverso il 118.

7. Il DPCM 8 marzo 2020 all’articolo 3, comma 1, lettera b, fa espressa raccomandazione a tutte le persone anziane o affette da patologie croniche o con multimorbilità ovvero con stati di immunodepressione congenita o acquisita di evitare di uscire dalla propria abitazione o dimora al di fuori dai casi di stretta necessità e di evitare comunque luoghi affollati nei quali non sia possibile mantenere una distanza di sicurezza interpersonale. I lavoratori che ritengono di rientrare nelle tipologie di pazienti previste dalla norma sopra indicati devono rivolgersi al medico di medicina generale che, a loro tutela, potrà giustificare il periodo di “isolamento”, rilasciando il certificato di malattia da inoltrare all’INPS. A discrezione del medico di medicina generale, può essere applicato il codice V07 attestante la sua condizione di rischio, indispensabile per poter fruire del disposto previsto dall’art. 26, comma 2 del Dl Cura Italia n. 18 del 17 marzo 2020 convertito in Legge n. 27 del 30 aprile 2020 che prevede la possibilità per i pazienti/lavoratori ritenuti “fragili”, in corso di epidemia da Covid-19, di poter fruire dell’istituto della malattia.

C. PROCEDURA PER L’ACCESSO DI PERSONALE INTERNO O ESTERNO (DOCENTI, GENITORI, FORNITORI, MANUTENTORI)

1. Per l’accesso di personale interno o esterno ai locali della scuola è necessario prendere un appuntamento con il Dirigente scolastico o la DSGA che provvederà a organizzare i singoli ingressi.

2. Per poter accedere è necessario essere muniti di mascherina e guanti e provvedere alla disinfezione con il gel disinfettante posto all’ingresso.

3. In caso di forniture dall’esterno, l’autista provvede allo scarico delle merci presso l’atrio di ingresso principale mantenendo la distanza di almeno 2 metri dal collaboratore scolastico o dal personale di ricezione;

4. Il personale della scuola provvede al lavaggio delle mani e all’utilizzo di detergenti, prima e dopo il contatto con la merce.

5. Nella trasmissione dei documenti di trasporto si utilizzano i guanti e si provvede alla disinfezione sia prima che dopo il contatto.

6. Nel caso di lavori edili ricadenti sotto la disciplina del Titolo IV del D. L.vo 81/08 e s.m.i. è richiesta l’installazione da parte della ditta esecutrice di servizi igienici dedicati al personale impegnato nel cantiere.

7. Nel caso di lavori di manutenzione interna sono individuati, in ciascun plesso, i servizi igienici dedicati al personale esterno operante. È fatto divieto al personale dipendente l’utilizzo di tali servizi igienici. L’istituto garantisce la pulizia giornaliera dei servizi.

8 L’Istituto garantisce l’informazione sulle norme di cui al presente protocollo alla Committenza e alle imprese appaltatrici, nell’ambito delle azioni di cooperazione di cui all’art. 26 del D. L.vo 81/08.

 

MISURE PER IL CONTRASTO E IL CONTENIMENTO DELLA DIFFUSIONE COVID-19 NEGLI AMBIENTI DI LAVORO.

PROCEDURA PER RIUNIONI IN PRESENZA

1) La presente procedura costituisce addendum al “Protocollo di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione CoViD-19 negli ambienti di lavoro” sottoscritto il 15/05/2020 e aggiornato il in data 19052020. 2) La riunione deve essere tenuta in un locale che permetta il distanziamento interpersonale di almeno 1,5 metri. Nel caso di aula scolastica o locale ove sia possibile la disposizione dei posti a sedere in funzione del distanziamento la superficie in mq deve essere indicativamente pari a 4 volte il numero delle persone presenti.

3) Il locale deve essere preventivamente pulito ed aerato con le normali procedure o, nel caso vi abbiano precedentemente soggiornato casi confermati di COVID-19 prima di essere stati ospedalizzati, devono essere applicate le misure di pulizia di cui alla circolare Ministro Salute n. 5443 del 22.02.2020. 4) Nel caso di utilizzo di aula magna o locale con postazioni fisse i posti da occupare e quelli vietati saranno opportunamente segnalati. 5) L’ingresso delle persone a scuola e nel luogo di riunione deve essere opportunamente scaglionato dal punto di vista temporale al fine di evitare “incroci” e mantenere la distanza interpersonale. 6) Lo scaglionamento temporale degli ingressi deve essere tale da garantire il distanziamento anche in fase di occupazione degli eventuali posti fissi. 7) L’istituto mette a disposizione all’ingresso i DPI mascherine e guanti e la soluzione alcolica per la disinfezione delle mani. 8) All’ingresso in istituto le persone devono essere dotate di mascherina e possono continuare ad indossare la propria; dovranno indossare i guanti forniti dall’istituto. Questa disposizione si applica anche alle persone che ne fossero già provviste. 9) Le attrezzature eventualmente necessarie alla riunione (PC, portatile, tablet, ecc.) saranno ad uso individuale, preventivamente puliti e saranno oggetto di pulizia anche al termine della riunione 10) L’uscita delle persone dalla sede di riunione e dalla scuola sarà temporalmente scaglionata con le stesse modalità dell’ingresso per garantire il distanziamento anche rispetto alle eventuali altre persone presenti nel plesso. 11) In caso di impossibilità di scaglionare i flussi di ingresso e uscita da scuola, l’uscita dovrà avvenire secondo una via diversa da quella dell’ingresso. 12) Al termine della riunione il locale dovrà essere pulito con procedura ordinaria e aerato.

 

Aggiornato il 19/05/2020

I componenti del Comitato:

Il Dirigente Scolastico Prof. Alessandro Culatti Zilli

Il RSPP ing. Luciano Volpato

Il RLS prof. Vasco Magnolato

Il DSGA Monica Badalin

Primo Collaboratore del Dirigente Scolastico docente Paola Toffolo

Secondo Collaboratore del Dirigente Scolastico e componente RSU prof. Sergio Gaeta

RSU prof.ssa Camin Antonella

RSU Berro Manuela

 

 

Pubblicata il 16 maggio 2020

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.